Home Press WRC Rally de France - Alsace 2014

WRC Rally de France - Alsace 2014

 

“RALLY DI FRANCIA-ALSAZIA” WRC - PURTROPPO TERMINA CON UN RITIRO


E’ purtroppo terminata con un ritiro la partecipazione di Matteo Gamba al “Rally di Francia-Alsazia” undicesima prova del campionato mondiale WRC.

Purtroppo un guasto tecnico al motore della Peugeot 207 Super 2000 ha costretto il pilota bergamasco, che ha gareggiato affiancato da Nicola Arena, a dare forfait non consentendogli di arrivare sulla pedana d’arrivo. Il ritiro è avvenuto alla ripartenza di domenica mattina quando il pilota accendeva la vettura che subito si spegneva: ogni ulteriore tentativo di rimetterla in moto è stato vano con il motore che non andava in compressione e quindi per Gamba-Arena non rimaneva che consegnare la tabella di marcia e conseguentemente ritirarsi. Quindi Matteo Gamba non è riuscito a disputare le quattro prove della giornata finale di gara.

Per l’equipaggio italiano la trasferta francese terminava quindi con un abbandono che lascia un po’ di amaro in bocca per questo epilogo, ma ciò non scalfisce l’entusiasmo agonistico di Matteo Gamba che già pensa ad un pronto riscatto in una prossima gara del mondiale WRC.

(Gian Reduzzi)

 

 


 

SECONDA TAPPA  “RALLY DI FRANCIA-ALSAZIA” WRC -  MANTENUTA  LA POSIZIONE

Seconda giornata di gara per Matteo Gamba che ha centrato l’obiettivo di mantenere la posizione. La seconda tappa era articolata su sette prove speciali disputatesi su fondo asciutto in condizioni di tempo sereno. Il forte pilota bergamasco partiva con la vettura cui sono state apportate le modifiche individuate nel corso della giornata precedente. La Peugeot 207 Super 2000 si rivelava  più performante e consentiva a Gamba-Arena di mantenere il contatto con gli avversari che li precedevano permettendogli di chiudere al ventiduesimo posto assoluto, su oltre settanta classificati, ed al sesto posto di classe.

Le speciali della seconda giornata si sono rivelate molto veloci e le modifiche apportate alla vettura hanno consentito di guadagnare secondi preziosi per non farsi raggiungere degli avversari. Non sono mancati gli imprevisti nel corso della giornata, leggasi  la vettura dell’equipaggio che precedeva fermo dietro una curva schivata per un soffio, che non hanno fortunatamente influenzato il risultato finale di tappa, che anche in questa occasione è terminata con una prova cittadina nella cittadina di Mulhouse.

Domani terza ed ultima giornata di gara con quattro prove speciali che Matteo Gamba e Nicola Arena affronteranno con il duplice impegno di difendere il risultato e di attaccare per cercare di risalire la classifica.

(Gian Reduzzi)

 

 


 

PRIMA TAPPA “RALLY DI FRANCIA-ALSAZIA” WRC MANTIENE I CONTATTI CON I PROTAGONISTI

Giornata interlocutoria per Matteo Gamba impegnato nell’undicesima prova del Campionato Mondiale Rally (WRC) al volante della Peugeot 207 Super 2000 del preparatore piemontese Balbosca con al fianco il navigatore Nicola Arena.

Il forte pilota bergamasco ha più che altro cercato di trovare il giusto feeling con la vettura e con gli pneumatici non trovando però la soluzione ideale. Il pilota bergamasco è stato autore di  prove regolari che gli hanno consentito comunque di mantenersi in contatto con gli avversari di classe. Dopo i primi tre tratti cronometrati il ritmo è stato spezzato dall’unico parco assistenza della giornata, dove sono state apportate modifiche alla vettura per cercare di ottenere migliori performance.

In particolare le indicazioni di Matteo ai tecnici sono state improntate sul set up della vettura al fine di poter sfruttare al meglio le prestazioni sia della Peugeot 207 Super 2000 che degli pneumatici Hankook. La gara è proseguita  con le restanti quattro prove della prima tappa, l’ultima delle quali è stata  la speciale “cittadina” per le strade di Strasburgo.

 

Al termine della prima giornata di gara Matteo Gamba ha chiuso al ventunesimo posto assoluto e sesto di classe dichiarandosi soddisfatto dei risultati ottenuti. Matteo è comunque ottimista per le restanti due tappe in cui conta di guadagnare posizioni in virtù del crescente affiatamento con navigatore, vettura e gomme.

(Gian Reduzzi)

 

 


 

 

MATTEO GAMBA CHIUDE LA STAGIONE AL “RALLY DI FRANCIA-ALSAZIA” UNDICESIMA PROVA DEL CAMPIONATO MONDIALE WRC

Torna a respirare aria di Campionato Mondiale Rally (WRC) Matteo Gamba per cercare di chiudere nel migliore di modi una stagione che lo ha visto partecipare a poche ma selezionate ed importanti gare.  Dopo  aver iniziato in maniera strabiliante al “Rally di Montecarlo”, dove ha concluso con un eccezionale nono posto assoluto e primo di classe Super 2000, e dopo la sfortunata partecipazione alla gara di casa, il “Rally Prealpi Orobiche” valido per il campionato IRC nazionale, il forte pilota bergamasco sarà della partita nientemeno che al “Rally di Francia-Alsazia” undicesima prova iridata della stagione.

Alla gara francese saranno novantasette gli equipaggi al via, a cominciare dai protagonisti ufficiali del campionato WRC per passare a vecchie glorie come Francois Delecour, che sarà al via con una potente e spettacolare Porsche 997 GT3, per finire con un folto gruppo di piloti privati pronti a mettersi in mostra. Tra questi ultimi da citare sicuramente il nostro Matteo Gamba che tornerà alla guida della Peugeot 207 Super 2000 curata al preparatore cuneese Balbosca . Al suo fianco riconfermato il navigatore Nicola Arena mentre per quanto riguarda le gomme la marca coreana Hankook ha deciso ancora, come a Montecarlo, di scegliere Matteo Gamba quale suo portacolori.

Il rally francese di snoderà attorno a Strasburgo con diciotto prove speciali  per un totale di oltre trecento chilometri. Sarà articolato su tre giornate con partenza il 3 ed arrivo il 5 ottobre prossimi. Vista la consueta variabilità di tempo e di temperature la chiave di lettura della corsa transalpina sarà basata principalmente sulla scelta delle gomme e in questo caso l’appoggio diretto della casa di pneumatici Hankook potrebbe rivelarsi una carta vincente per Matteo Gamba, che per l’occasione gareggerà per la scuderia Eurospeed.

(Gian Reduzzi)